IMG-20210625-WA0006.jpg

padre Massimo

Padre Massimo è un monaco e maestro di Esicasmo Trascendentale.

La sua biografia: studia musica classica da quando è bambino e la musica diventa il suo primo linguaggio con l'assoluto.

All'età di tredici anni viene ammesso al Conservatorio Santa Cecilia di Roma e, sotto la guida del Maestro Luigi Celeghin, si diploma in organo e composizione organistica. Seguono gli studi in Filosofia all'Università degli Studi La Sapienza e Teologia alla Pontificia Università di Sant’Anselmo a Roma. Contemporaneamente svolge corsi di perfezionamento al Mozarteum di Salisburgo.

Viene chiamato ad insegnare organo in conservatorio e svolge la carriera del concertista, compiendo anche studi per diventare direttore d'orchestra.

Durante una breve parentesi professionale nei settori del trading finanziario e mercati europei, si reca in visita al Duomo di Milano dove manifesta l'aspirazione di servire Dio in una vera e propria esperienza mistica. Il 25 gennaio del 2013 viene ordinato Sacerdote della Chiesa Cattolica Ecumenica e consacrato Vescovo l'8 maggio del 2016, con la missione di creare una comunità in Italia.

Si avvicina all’Esicasmo in un’esperienza di ritiro presso l’Eremo di Camaldoli ed inizia a studiarlo approfonditamente in vari monasteri esicastici del mondo dando vita ad un metodo accessibile anche ai laici e successivamente ottenendo il deposito internazionale del marchio “Esicasmo Trascendentale” .

 

Nel momento in cui portava a termine il suo mandato di costituire una comunità in Italia, alcune denunce relative al passato in finanza lo portano ad affrontare problemi giudiziari e, in attesa del processo, anche sei mesi di ingiusto carcere preventivo. Questa esperienza lo colpisce profondamente facendolo entrare in contatto con una realtà detentiva densa di violenza, povertà e disperazione ed è in questo periodo che scrive il primo libro best seller sull’Esicasmo “Che il tuo sguardo illumini l’universo”.  

 

Il 15 luglio 2020 è incardinato nella Chiesa Vetero-Cattolica di Utrecht, nel dicastero della Chiesa d’Oriente e nominato Vescovo per l'Italia ma rimane nell'Eremo nella più assoluta semplicità e preghiera.

Attualmente padre Massimo vive all’Eremo degli Angeli dedicato a Santa Barbara quale patrona degli esicasti dove continua a formare un numeroso gruppo di allievi e porta avanti il progetto di trasformare l'antico borgo in una comunità di esicasti, monaci, laici e volontari, oltre ad ospitare un rifugio per animali.